Articolo zero (e continuo diversamente)

Rafano2Da tempo c’erano alcuni articoli per i quali avevo il materiale per scrivere e rimanevano nella tastiera. È cresciuta pian piano la voglia di smettere quello che consideravo un impegno civile, quello che consideravo far politica triestina, pur da distante.

Da tempo era nei miei pensieri smettere, però come capita non si vogliono abbandonare le cose e poi c’è stato un piccolo episodio scatenante. È successo qualche settimana fa che avevo una notizia, un concorso a Turismo FVG per responsabile dell’ufficio stampa. La notizia stava e sta nel fatto che la vincitrice sarà quasi sicuramente una giornalista che  non conosce manco una lingua, ma cercando con Google il suo nome assieme al nome Riccardo Illy si trovano parecchi link. Una notizia che tempo addietro avrei scritto e pubblicato subito. Invece chi me la ha passata ha aggiunto “xe un scandalo clamoroso de proporzioni galattiche ma no posso scriverlo“. Ad un primo momento non ci ho fatto caso ma poi quella frase mi è rimasta dentro, mi son sentito l’utile idiota, quello che scrive mentre altri stanno attenti a non sbilanciarsi, a non rischiare.
Mi è tornato in mente del motivo per cui ho iniziato con questo blog.
Scrivevo su Bora.la ed un articolo mi è stato censurato. Magari era sbagliato, magari andava tolto, non discuto. Ma quello che mi ha colpito è stato il fatto che la motivazione principale era che toccava dei rapporti di lavoro e , come mi era stato detto dalla responsabile della testata “Noi coltiviamo rapporti“.  Ho scelto da quel momento di raccontare o non raccontare non in funzione dei rapporti che vado a coltivare, altrimenti può capitare anche che parli bene di un pugile razzista  solo perché torna utile per le “coltivazioni”.
Non è il solo motivo, ma anche una sensazione di inutilità. In fondo, con il blog ma anche scrivendo mail, rompendo le scatole in definitiva ho ottenuto negli anni la rimozione di alcune transenne. Per il resto ti dicono “magari tutti fossero come te” (frase sentita quando lasciando  Trieste ho detto “non romperò più le scatole”), ma poi in fondo le cose non succedono, restano uguali.
In fondo cosa mi interessa se esiste un progetto del comune mai attuato per recuperare le biciclette ed esistono biciclette abbandonate da anni. se tutti se ne fregano.
In fondo cosa m’importa se una pizzeria ogni estate da anni, tollerata, aggiunge miracolosamente 100 tavoli. se nessuno dei colleghi ristoratori fa niente e lascia stare.
In fondo cosa mi interessa andare contro al Piccolo, al punto più basso della sua storia con un direttore e vicedirettore imbarazzanti, se dalla presidenza della regione arriva la telefonata alla direzione di Repubblica affinché non vengano rimossi prima delle elezioni, siccome magari un giornale che racconti la città potrebbe essere controproducente.
In fondo cosa m’importa se il comune paga gli affitti a dei sacerdoti, tra l’altro che vivono in seminario, spende centinaia di migliaia di euro per le chiese, e forse potrebbe dal 1919 non spenderli più.
Queste alcune delle cose che rimangono non scritte perché in definitiva ho altro da fare che occuparmi di una città in cui, appunto, si coltivano rapporti, ragion per cui certe cose restano come sono.

Amo Trieste, amo tornarci ma oramai da visitatore, che se ne occupi, delle piccole o grandi cose chi ci vive, io neanche voterò alle prossime amministrative.

Non smetterò di scrivere, mi piace, rimarrà il blog, ma sono sparite dal menù due categorie: Trieste ed immigrazione, magari archivierò quanto scritto. Continuerò a parlare di Irlanda, di Dublino, di Joyce, di incontri, che poi quella era la categoria nascosta, con due soli pezzi, che sento più mia.

I’m a Dubliner.

Advertisements
This entry was posted in Trieste. Bookmark the permalink.

3 Responses to Articolo zero (e continuo diversamente)

  1. Gianni Bua says:

    Posso disssentire (cortesemente) ? ogni tanto un sassolino può provocare una valanga. Cmq, auguri.
    Sinceramente, Gianni Bua

  2. Gianni Bua says:

    Da quasi un mese nessun post. Sei in pausa sabbatica ??
    Cordialmente, Gianni Bua

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s