Coop Trieste. Istruzioni per l’uso. (Parte 1)

ripsarmiatoricoopPremessa

Questo articolo è solo informativo. Ieri nella file dei risparmiatori che avevano aderito alla iniziativa dell’avvocato Maffei, oggi in Piazza Unità mi sono reso conto che parecchie cose, purtroppo, non vengono spiegate adeguatamente. Le raccolgo qui.  Tutto il materiale è riproducibile, chiedo solo un link alla fonte, se online, la citazione se stampato.

Operazioni sul libretto di risparmio.

E’ necessario recarsi presso la sede COOP di Via Caboto 19/10 (lunedì al giovedì dalle 9 alle 12 e dalle 13.30 alle 16.30. Venerdì dalle 9 alle 13.30.) nel caso i possessori di libretto avessero le seguenti operazioni da fare:

  • Aggiornamento interessi ai fini ISEE: ai fini di calcolo dell’ISEE, secondo normativa, vanno inseriti anche gli interessi aggiornati. L’aggiornamento degli interessi NON costituisce un maggior credito rispetto a chi non li aggiorna, per cui se non serve è inutile effettuarlo
  • Aggiornamento indirizzo: qualora sul libretto apparisse un vecchio indirizzo questo va aggiornato per poter ricevere eventuali comunicazioni dall’amministratore giudiziario. L’aver comunicato a comitati o associazioni i propri dati NON è sufficiente

Fideiussione

Secondo quanto previsto dalla normativa il 30% del prestito dei soci è garantito da una fideiussione, a sua volta garantita da dei titoli di stato vincolati. Attualmente l’importo della fideiussione ammonta a 41.250.000 euro.

Affinché ai soci venga restituito l’importo a garanzia deve verificarsi una di queste condizioni:

  • Fallimento della cooperativa
  • Liquidazione coatta amministrativa
  • Presentazione della istanza di ammissione al concordato preventivo (La condizione che si è verificata)

Il verificarsi di una della condizioni non basta. Nel caso del concordato preventivo la seconda condizione è quella che il tribunale ammetta le COOP al concordato preventivo, condizione che non si è ancora verificata. Al momento in cui accadrà per i Soci dovranno fare richiesta entro 90 giorni.

In questo momento ogni richiesta a Coop o a Generali risulta inutile.  Sulla richiesta da fare DOPO la accettazione del concordato verranno sicuramente date istruzioni, in ogni caso NON sarà necessario avvalersi di un legale.

Allegati:
Fideiussione
Link alla dichiarazione ufficiale dell’avvocato Consoli in merito alla fideiussione
Link alla risposta ufficiale di Generali alla richiesta da parte di alcuni soci

Iniziativa dell’Avvocato Maffei di Bologna

E’ opportuno chiarire i termini dell’incarico che molti soci hanno conferito o potrebbero conferiincarico studio Bolognare allo studio dell’Avvocato Maffei, per intenderci l’iniziativa che si è svolta al Savoia. Cliccando sulla immagine si può visualizzare al documento leggibile.
Vale la pena ripetere l’oggetto dell’incarico:

  • Studio dei documenti, anche come riferimento alla garanzia fideiussoria
  • Monitoraggio della procedura
  • Esame della proposta di concordato

Nell’ambito di questa attività lo studio ha ritenuto di far spedire una lettera raccomandata ad ognuno degli assistiti in cui si chiede a Generali di versare subito l’importo garantito. Sulla risposta di Generali ho scritto sopra, ma è nella libera scelta di ognuno chiederlo, con l’assistenza dello studio.

Val la pena ricordare che l’affidamento dell’incarico NON comporta alcuna possibilità di ottenere prima o in maggior misura rispetto agli altri soci prestatori gli importi reclamati, fatto salvo per la fideiussione per la quale comunque esiste, come detto, risposta ufficiale.

Nella lettera di incarico, oltre all’importo di cento euro più imposte e Cassa previdenziale inizialmente lo studio chiedeva il pagamento delle spese vive (Viaggi, vitto, alloggio, ecc.).
Siccome, pare, questa voce non fosse concordata con il Comitato dei Soci in alcune lettere è stata cancellata a mano, in alcune non c’è. Qualora ci fosse, non è stata cancellata in tutte, non ne va tenuto conto, o perlomeno va saputo che ci sono documenti pubblici in cui lo studio dichiara che quella clausola non è valida.

Alcuni soci hanno riferito la convinzione che l’avvocato Maffei, on uno degli avvocato del suo studio, a seguito dell’incarico “Sarà nel tavolo delle trattative prima del concordato”. Ciò non risulta vero e credibile

[Continua con la spiegazione delle procedure del concordato]

Advertisements
This entry was posted in Coop, Trieste. Bookmark the permalink.

2 Responses to Coop Trieste. Istruzioni per l’uso. (Parte 1)

  1. Pingback: Coop Trieste. Istruzioni per l’uso (Parte 2) | Il Cren pizzica.

  2. Pingback: Diventare ricchi grazie ai click. Per questo parlo di COOP a Trieste. Il vostro avvoltotio | Il Cren pizzica.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s