Presidente della Repubblica. La mafia insegna le modalità di voto.

mattarella-fosse-1000x600Ci sono parecchie caratteristiche che fanno santificare il nuovo Presidente della Repubblica: avere abolito la naia, essersi dimesso da ministro per non approvare la legge  Mammì, circolare con una Panda grigia. Sulle prime due ci sarebbe moto da dire. La santificazione arriva però per interposta persona, la sua lotta alla mafia o meglio il fatto che suo fratello Piersanti, presidente della regione Sicilia sia stato ucciso dalla mafia. Anche su questo ci sarebbe da ridire. In ogni caso deputati, senatori e rappresentanti regionali è forse in nome della lotta alla mafia, per ricordarla, che hanno adottato un metodo di controllo del voto in puro stile mafioso.

Il, mi scuso “la” presidente della Camera, Onorevola Laura Boldrini, è stata perfetta nel leggere le schede di voto. Un solo impaccio quando ha letto, ma si è corretta subito, il voto “Rosy Facchinetti”.
Particolare attenzione invece ha messo nel leggere i voti per Mattarella nelle varie varianti.
Di seguito un riepilogo:

Mattarella 340
Sergio Mattarella 131
Mattarella S. 68
Mattarella Sergio 53
On. Sergio Mattarella 34
On. Mattarella 23
S. Mattarella 10
On. Prof. Sergio Mattarella 2
Prof. Sergio Mattarella 1
Mattarella. 1
Mattarella Onorevole Sergio 1
Onorevole Mattarella 1
 TOTALE 665

I Renziani hanno avuto il privilegio di poter scrivere meno di tutti, con un piccolo dispetto a Civatiani e Bersaniani che avrebbero potuto scrivere qualcosa tipo “Mattarella S.” ed invece sono stati costretti ad un ” Mattarella Sergio”. Forse ciò è stato un sacrificio di fronte alla irremovibilità di Alfano  nel richiedere il minimo sforzo. Vendola si è accontentato di un On. Mattarella. Accoppiando consistenze dei gruppi parlamentari alle varie declinazioni si può ricostruire una mappa perfetta del controllo.
Gli elettori erano così attenti, evidentemente, a contare i voti dei singoli gruppi che per due volte hanno fatto partire al momento sbagliato l’applauso per un presunto raggiungimento del quorum.

In fondo alla lista varianti con una o due voti, i due più sfigati hanno dovuto scrivere “On. Prof. Sergio Mattarella”. Mi chiedo se questi, che sono direttamente riconoscibili erano persone da controllare meglio o sono semplicemente dei leccaculo.

Per finire con i numeri una considerazione: i voti direttamente verificabili sono 6, gli ex grillini hanno garantito 26 voti a Rodotà al primo scrutinio, al quarto 17.

26-17=6

I conti sempre tornano.

Advertisements
This entry was posted in Trieste. Bookmark the permalink.

One Response to Presidente della Repubblica. La mafia insegna le modalità di voto.

  1. aldo says:

    Gli ex Pci erano al settimo cielo potendo votare un democristiano dalla faccia triste. Si sono sentiti ringiovanire ai tempi del Berlinguer che chiedeva sacrifici e austerità in nome del compromesso storico con le masse cattoliche.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s