“Praticamente arrestato in flagranza”. Il codice rivisitato dal Piccolo

ombra_1Una ragazzina di dieci anni, alle sei di sera, torna a casa in autobus, in una zona pare piuttosto poco frequentata. Un uomo ubriaco, racconta la cronaca, tenta di “immobilizzarla, baciarla, accarezzarla”. Scappa a casa, racconta al fratello che ritrova la persona ubriaca alla fermata del bus chiama  i carabinieri.
Per Il Piccolo è stato “praticamente arrestato in flagranza“. Il reato che gli viene contestato, secondo il giornale locale è “violenza sessuale per strada ai danni di una ragazzina non ancora undicenne“.
Vale la pena raccontare l’incontro di cui va ringraziata la fantasia narrativa dell’autore dell’articolo.
Erano le sei e mezza del pomeriggio, il sole dunque era oramai calato da un pezzo. Su un bus diretto a Muggia gli occhi di Montella, la testa imbevuta nell’alcol trangugiato durante la giornata, hanno incrociato la sagoma della ragazzina, che stava rientrando a casa, sola, dal ricreatorio. Quando lei si è preparata a scendere, lui ha deciso di fare altrettanto. L’ha seguita finché, sotto un ponte, in un punto buio e isolato, a soli trenta metri dalla casa dalla preda, l’uomo le è andato sotto. Ha cercato di bloccarla, di baciarla, di accarezzarla. La forza della paura di una bimba ha avuto la meglio sui riflessi sfatti di un adulto ubriaco. Si è divincolata, si è messa a correre. Lui ha tentato di fermarla invano con un calcio, fortunatamente lieve. E lei, alla fine, ha raggiunto casa e vi si è rifugiata. E lì, in lacrime, ha raccontato tutto alla sorella più grande, presente in quel momento in casa assieme al fidanzato, poco più che maggiorenne.
Naturalmente del “mostro”  si indicano nome e cognome. Del resto ha un curriculum di tutto rispetto, nessun reato di tipo sessuale comunque, e non ha una casa ma vive in un dormitorio.
Il tutto da dare in pasto agli assatanati commentatori della pagina facebook del giornale. Eccone un esempio, e per fortuna che il “mostro” non è un immigrato.
castrazione

La presunzione di innocenza oramai non c’è, del resto è “quasi flagranza”.
Ora di fronte a questo nuovo mostro Il Piccolo potrà non raccontare come è andata a finire col mostro precedente, l’uomo nero di San Giovanni (vedi), che pare sia oramai affare di assistenti sociali più che di forze dell’ordine.

Tutti i diritti sono riservati.
E ammessa solo la riproduzione parziale citando la fonte, o la pubblicazione di un estratto di massimo  10 righe con il  link all’articolo originale. Non è autorizzata la riproduzione completa.

 

 

 

 

Advertisements
This entry was posted in Il Piccolo, Trieste. Bookmark the permalink.

One Response to “Praticamente arrestato in flagranza”. Il codice rivisitato dal Piccolo

  1. Siamo alle solite. Ma ciò che mi preoccupa di più è l’omologazione della gente che, partita una notizia di questo tipo, si mette in fila per dargli all’untore. Bella roba…..e meno male che c’è il social network come sfogatoio!
    Un saluto.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s