Forconi alla triestina

In tutta Italia i forconi rallentano il traffico, qualche volta esagerano e lo bloccano, i forconi triestini forse la massimo rallenteranno il liston domenicale dei triestini. Anche su questo ci può essere qualche dubbio visto il numero di persone, tra i 20 ed i 40 che affollano il presidio. E’ ovvio che la scelta di un presidio in zona pedonale non è slegata dalla presenza della sede del Movimento Trieste Libera.  Il fatto che il gruppo sia diretto da persone già viste al corteo di “Trieste Pro Patria” non rende la scelta casuale, ma provocatoria. Dopo il fallimento della contro-manifestazione di settembre  si cercava la rivincita. A dire il vero tra le poche decine di militanti anche persone non schierate, ma la lettura appare chiara, o perlomeno era chiaro che se si voleva fare un presidio che non desse adito a sospetti, la scelta non sarebbe stata piazza della Borsa.

C’è un’altra domanda però che è il caso di farsi, perché così poca gente? Probabilmente il fatto è che il bacino di possibili partecipanti alla protesta  è già schierato. Il Movimento Trieste Libera ha già pescato tra i fedelissimi delle proteste, una parte della curva Ultras, in assenza di partite calde viste le vicende della Triestina, si è riciclata nell’indipendentismo. Si trova gente transitata dalle proteste contro la ferriera, ai grillino, prima di approdare al Porto di Giurastante. E così tutta una fetta di cittadini che, se non ci fosse l’MTL, avrebbero in mano il tricolore per “mandare a casa i politici”.

Per finire l’unità di intenti tra estrema destra ed estrema sinistra che sta avvenendo in alcune città qui è impossibile, almeno in maniera evidente e trasparente, se non altro per la disparità di forze in campo in questo momento.

Così il presidio vivacchia, quasi una festa tra amici, una parentesi al tran tran quotidiano, ma la protesta è solo testimonianza, solo per far arrabbiare quelli del piano di sopra.

 

 

Advertisements
This entry was posted in Trieste and tagged , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s